IN VISTA DEL CAMPO DI PASQUA…

Continua l’attività del doposcuola: oltre alle passeggiate con gli asini (a proposito, stiamo costruendo per loro una capezza da lavoro), stiamo discutendo del concetto di Prodotto Interno Lordo e di come si potrebbe misurare il benessere con indicatori un po’ meno “stupidi” del PIL (che conta solo i soldi). Inoltre stiamo lavorando alla mappatura dei sentieri per arrivare a piedi o in bici da Melegnano e San Giuliano. Un altro argomento su cui stiamo lavorando è l’energia: martedì scorso abbiamo sperimentato un minipannello solare per scaldare l’acqua.
Venerdì 23 marzo sono venuti a trovarci i bambini di due seconde elementari di Carpiano. Hanno preparato il pane e il burro, il giro della fattoria, dei lavoretti nell’orto didattico, abbiamo pulito e coccolato gli asini e fatto il gioco “arraffa”, quello dell’impronta ecologica e quello della permacultura. Poi hanno giocato sull’aia e fatto merenda con pane e burro.
Martedì 27 marzo invece sono venute due terze medie della scuola Maria Ausiliatrice di San Donato per lavorare sul tema dell’energia. Un gioco a quiz e un breve documentario li hanno aiutati a capire la situazione attuale e i grandi problemi che abbiamo davanti (il picco del petrolio, il riscaldamento globale), mentre il gioco “Una giornata energetica” gli ha fatto scoprire le grandi disuguaglianze anche nel consumo di energia tra nord e sud del mondo. Un giro della Cascina con la “caccia al tesoro” delle fonti energetiche ha dimostrato però che ci sono delle alternative per produrre energia in modo più pulito, democratico e partecipato. Costruire un piccolo impianto a isola e delle lampade a led è utile per scoprire che tutti possiamo produrre energia e imparare a risparmiarla. Infine, un breve brain storming è servito a mettere a fuoco che cosa possiamo fare da subito per usare l’energia in modo più sobrio e intelligente.

… e da domani…INIZIA IL CAMPO DI PASQUA!!!

 

Annunci

Informazioni su Praticare il Futuro

La cooperativa sociale Praticare il futuro nasce nel maggio 2011 per proporre a donne e bambini opportunità per sperimentare forme di economia equa, sostenibile e solidale. Vogliamo aiutare le madri a conciliare meglio l’attività lavorativa e quella familiare, offrendo servizi (doposcuola, campi estivi) da progettare e gestire in modo partecipato. Ma vogliamo anche aiutare i bambini e le bambine a crescere meglio, a contatto con la terra e con il loro territorio, imparando a prendersi cura di piante e animali, a produrre cibo, idee, giocattoli e opere d’arte, ad autogestirsi e a collaborare, a sviluppare un pensiero critico e a responsabilizzarsi verso se stessi, la comunità, il pianeta. E vogliamo aiutare le loro madri e le loro famiglie a creare un’economia di relazione, di scambi solidali di competenze e servizi.

Pubblicato il 4 aprile 2012, in bambini e bambine, CAMPI FESTIVI con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: