DIARIO SETTIMANA 24-28 GIUGNO

 

DSCN1144

LUNEDI’

Per prima cosa abbiamo fatto l’assemblea per decidere le regole comuni, i turni di cucina, i/le responsabili (cioè i bambini che daranno l’acqua al cane, alla cavalla, agli asini e all’orto), i turni di cucina e le cose che vogliamo fare questa settimana. Poi abbiamo fatto il giro della Cascina e in seguito ci siamo divisi in tre gruppi: uno ha fatto falegnameria, un altro ha lavorato in uno dei due orti didattici (abbiamo diserbato, concimato, pacciamato e seminato i fagioli) e un altro gruppo ha cucinato. Dopo pranzo abbiamo fatto il burro e poi siamo andati con la cavalla Canapicchia fino alla radura sul fiume, dove abbiamo osservato gli uccelli, raccolto le ortiche per la frittata e ricostruito un’altalena che si era rotta, e anche giocato con un ramo trasformandolo in asse di equilibrio. Dopo la merenda un gruppo ha fatto il giro degli animali e un altro ha osservato gli uccelli con il cannocchiale di Erminia.

 DSCN1172

MARTEDI’

Quando sono arrivati i responsabili hanno assolto i loro impegni, poi abbiamo pulito le asinelle e  abbiamo portato a fare una passeggiata  Alissa e il suo puledro Pablito insieme a Canapicchia. Abbiamo fatto l’assemblea nel bosco e ha partecipato anche Canapicchia, che era molto più interessata a noi che all’erba del prato! Poi il gruppo del turno di cucina è tornato in Cascina e gli altri hanno finito di ricostruire l’altalena, hanno cominciato a ricostruire la casetta di legno, qualcuno ha provato a fabbricarsi un arco, altri ancora hanno raccolto le ortiche e altri hanno osservato le libellule e altri insetti acquatici con Erminia. Al ritorno in Cascina, un gruppo ha fatto falegnameria, un altro ha lavorato nell’orto e un altro ancora è andato a raccogliere la camomilla. Dopo pranzo abbiamo finito il lavoro in falegnameria, poi abbiamo fatto il detersivo e il dentifricio e dopo la merenda abbiamo giocato.

 DSCN1187

MERCOLEDI’

Al mattino abbiamo fatto l’assemblea, poi una passeggiata verso la Cascina Cappuccina per raccogliere la malva. Al ritorno un gruppo ha cominciato il lavoro in falegnameria con Loredana, un altro ha giocato con l’argilla e l’acqua, un altro gruppo ha lavorato la creta. Nel pomeriggio siamo andati avanti con queste attività e abbiamo anche giocato a “la rete della permacultura”, che ci ha insegnato come tutti gli esseri viventi sono collegati e i rischi legati al fatto di continuare a cementificare e asfaltare il territorio, e al gioco dell’impronta ecologica nel frutteto, che serve a capire che ognuno di noi ha bisogno della terra per sostenere i propri consumi e assorbire i propri rifiuti, ma ci sono popoli e persone che la sfruttano troppo (e altre invece hanno un’impronta ecologica piccolissima), quindi dobbiamo imparare a ridurre e riequilibrare i nostri consumi e a produrre meno rifiuti. Alcuni bambini, dopo la merenda, hanno imparato a ricamare con Loredana, mentre altri hanno fatto il giro degli animali e raccolto le uova.

 DSCN1182

GIOVEDI’

Al mattino abbiamo fatto l’assemblea e poi siamo andati con Canapicchia alla radura sul fiume (i bambini che avevano curato la cavalla hanno potuto cavalcarla) e lì abbiamo iniziato con Erminia il laboratorio sull’acqua: abbiamo raccolto campioni di acqua del fiume e in una scheda ne abbiamo descritto le caratteristiche (colore, odore, trasparenza), poi abbiamo osservato la presenza di animali, piante, rifiuti nel fiume e sulle sponde e abbiamo valutato il grado di inquinamento. Siamo anche andati a vedere la risorgiva e abbiamo cercato di capire perché l’acqua della falda all’improvviso sbuca dal terreno, mentre i bambini che non partecipavano hanno raccolto le ortiche e sono andati avanti nella ricostruzione della casetta. Al ritorno alcuni hanno fatto falegnameria, altri hanno costruito dei giocattoli con i tappi di sughero e e altri ancora hanno osservato al microscopio pezzetti di foglie, di ali di insetti, di penne di uccelli ecc. che avevano raccolto. Nel pomeriggio abbiamo proseguito il laboratorio con  Erminia, esaminando vari tipi di terreno (per esempio ghiaia, sabbia, limo, argilla ecc.) e abbiamo capito che le risorgive si formano quando l’acqua della falda incontra del terreno impermeabile e risale in superficie attraverso tipi di terreno permeabili. Abbiamo anche parlato dei gerridi, gli insetti che “pattinano” sull’acqua, e fatto degli esperimenti sulla tensione superficiale dell’acqua. Abbiamo anche parlato degli animali che vivono sul fiume, nei fossati e negli stagni, Infine abbiamo guardato un documentario sul fiume Lambro e l’inquinamento da plastica realizzato dai ragazzi del doposcuola della Cascina Santa Brera. Abbiamo anche discusso di come potremmo, cambiando alcuni nostri comportamenti, diminuire l’inquinamento dell’acqua. Dopo abbiamo fatto merenda (dentro il locale, perché è venuto un forte temporale) e poi letto una fiaba di Cenerentola (ma del Tibet) e giocato al gioco dell’orto.

VENERDI’

Per prima cosa abbiamo preparato la pasta per fare il pane e la pizza per il picnic. Poi abbiamo fatto la caccia al tesoro, che è durata quasi due ore! Ha vinto la squadra B, caposquadra Edoardo, che ha deciso di condividere il tesoro (due vasetti di crema alle nocciole del commercio equo e solidale) con le altre due squadre (che hanno comunque portato a termine la prova), tenendo un vasetto per sé e regalando l’altro alle altre due. Poi un gruppo ha lavorato in falegnameria e l’altro ha finito il lavoro con i tappi di sughero, mentre chi era di turno in cucina preparava la pizza. Abbiamo fatto il  picnic nel frutteto e poi l’assemblea finale, dove abbiamo parlato di vari fatti successi durante la settimana e ogni bambina/o ha potuto dire cosa le/gli era piaciuto (o non gli/le era piaciuto) del campo, cosa aveva imparato e come pensava di poter cambiare il proprio stile di vita per avere più cura degli altri esseri viventi e dell’ambiente. Si è parlato soprattutto dell’acqua, di come non sprecarla e inquinarla il meno possibile, e qualcuno/a ha detto che in futuro farà meno docce (genitori, siete avvertiti!). Abbiamo poi fatto un’escursione nel bosco con Canapicchia, Tilla e Susi per raccogliere i rifiuti di plastica abbandonati lungo le rive del Lambro, che sono stati caricati su Tilla e portati in Cascina. Infine abbiamo fatto il formaggio, che alcuni bambini hanno portato a casa. Un’ottima merenda con latte, pane fatto dai bambini, crema alle nocciole ha concluso il campo estivo.

Annunci

Informazioni su Praticare il Futuro

La cooperativa sociale Praticare il futuro nasce nel maggio 2011 per proporre a donne e bambini opportunità per sperimentare forme di economia equa, sostenibile e solidale. Vogliamo aiutare le madri a conciliare meglio l’attività lavorativa e quella familiare, offrendo servizi (doposcuola, campi estivi) da progettare e gestire in modo partecipato. Ma vogliamo anche aiutare i bambini e le bambine a crescere meglio, a contatto con la terra e con il loro territorio, imparando a prendersi cura di piante e animali, a produrre cibo, idee, giocattoli e opere d’arte, ad autogestirsi e a collaborare, a sviluppare un pensiero critico e a responsabilizzarsi verso se stessi, la comunità, il pianeta. E vogliamo aiutare le loro madri e le loro famiglie a creare un’economia di relazione, di scambi solidali di competenze e servizi.

Pubblicato il 4 luglio 2013, in bambini, bambini e bambine, CAMPI ESTIVI, cascina bambini, VACANZE con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: