FINISCE ANCHE MARZO…

DSCN3598

LUNEDI’ 17 MARZO: PRIMO INCONTRO AVVICINAMENTO AL CAVALLO
Oggi è cominciato il secondo corso di avvicinamento al cavallo. I bambini hanno fatto una breve passeggiata, montando a turno Canapicchia, e hanno lavorato alla lunghina nel pratone, facendo esercizi al passo e un po’ di trotto. Poi le hanno dato il mangime, hanno ridato l’acqua alle asine, hanno pulito la stalla, rifatto la lettiera e dato il fieno e hanno riportato alla stalla le asine che stavano brucando nel fosso, così hanno potuto coccolarle un po’.

DSCN3605

MARTEDI’ 18 MARZO: SECONDO INCONTRO FALEGNAMERIA
I bambini hanno continuato la costruzione del tavolino per la casetta sull’albero e completato in autonomia una panchetta. Si sono organizzati da soli, si sono aiutati a vicenda e hanno spiegato le regole al bambino che si è aggiunto al corso, gli hanno mostrato come utilizzare gli attrezzi e l’hanno assistito nel suo primo approccio alle varie operazioni. Alla fine erano molto soddisfatti (così come la “maestra”!)

 

MARTEDI’ 18 MARZO: APERITIVO CULTURALE “CAPIRE IL LINGUAGGIO DEL CANE”
Carlo Pirola, istruttore cinofilo e rieducatore comportamentale, attraverso slide e filmati che presentavano molti esempi pratici, ha illustrato a un pubblico interessato e coinvolto come i cani comunicano le loro emozioni agli altri cani e agli umani, utilizzando un linguaggio articolato e ricco di sfumature che occorre saper interpretare per capire davvero il nostro amico e reagire in modo adeguato. L’incontro è stata l’occasione per presentare una serie di laboratori pratici che si terranno in Cascina per le persone interessate e i loro animali, su vari temi: dalla socializzazione con altri animali al rapporto cani-bambini, ai metodi più adeguati per l’educazione.

download

VENERDI’ 21 MARZO: UNDICESIMO INCONTRO SCUOLA PARENTALE

Con Loredana, i bambini hanno preparato vari tipi di pane (bianco, integrale, con semi di papavero) con il lievito madre e il pranzo (polpette e piselli). Hanno poi lavorato sulla costruzione collettiva di un cartellone sulle varie fasi di produzione di un testo e stabilito i criteri per la correzione collettiva dai testi storici che avevano elaborato e li hanno integrati con immagini.
Con Sandra hanno diserbato, seminato le patate e concimato e pacciamato l’orto didattico e si sono occupati degli asini. Hanno letto dei testi su una campagna di pressione che ha indotto Cocacola e Pepsicola a decidere di fare a meno dello zucchero ottenuto da terre sottratte alle comunità locali di paesi del Sud del mondo e sull’invasione dei rifiuti occidentali (compresi quelli tossici) nei paesi impoveriti. Hanno discusso di impronta ecologica e di consumo critico legato ai diritti dei lavoratori e al rispetto dell’ambiente. Hanno guardato un video intitolato “La storia delle cose”, che parla di iperconsumismo, spreco delle risorse naturali e inquinamento da rifiuti. Dopo pranzo hanno rivisto collettivamente le scalette dei due documentari, deciso che cosa mancava e girato l’intervista a Sandra e le interazioni tra le asine e la cavalla.

 

DSCN3675

LUNEDI’ 24 MARZO: SECONDA LEZIONE DI AVVICINAMENTO AL CAVALLO
Siamo andati nel pratone montando a turno e poi i bambini hanno lavorato alla lunghina: esercizi al passo e un po’ di trotto. Canapicchia era un po’ disubbidiente, voleva magiare l’erbetta primaverile, ma Lisa le ha fatto capire che doveva darle retta- E’ stata una bella lotta!
Al ritorno i bambini hanno dissellato e dato da mangiare alla cavalla e messo l’acqua nei secchi, poi hanno pulito la stalla, rifatto la lettiera e dato il fieno. Alla fine hanno riportati le asine e la cavalla nel recinto e hanno dato loro un po’ di pane secco.

 

LUNEDI’ 24 MARZO: APERITIVO CULTURALE “IO FACCIO COSI’”
Irene ha presentato brevemente l’esperienza della Cascina Santa Brera come luogo di incontro, formazione e conoscenza. Poi Daniel Tarozzi ha spiegato come è nata l’idea del libro “Io faccio così” e del sito “Italia che cambia”, che dovrebbe diventare una sorta di mappa (verrà resa disponibile anche come app) delle innumerevoli realtà di cambiamento concreto che il giornalista ha conosciuto girando in camper tutta Italia per sette mesi: 430 in tutto, di cui solo alcune riportate nel libro, per ovvie ragioni di spazio. Daniel ha mostrato un breve video con i volti di alcune delle persone che ha intervistato e ha raccontato qualcuna di queste esperienze: dalle persone dell’associazione “Cento Trecento” che a Bologna hanno fatto rivivere le piazze come luogo d’incontro semplicemente mettendo in alcuni parcheggi panche e tavolini e aspettando, ai giovani i Scampia che propongono iniziative culturali coinvolgendo i rom; dall’imprenditrice sarda che ha creato centinaia di posti di lavoro recuperando dai pastori gli scarti di latte per fare vernici e la lana (considerata “rifiuto speciale” da smaltire a caro prezzo) come ottimo coibentante per l’edilizia, al gruppo che ha recuperato un casale sul Trasimeno e sta creando una situazione di autosufficienza alimentare e non solo (arriverà anche la casa del parto), alla rete di imprenditori sardi che si è dotata di una sorta di moneta locale per scambiarsi beni e servizi valorizzando l’economia del territorio. C’è un’Italia che sta sperimentando nuove strade ed è molto più ampia di quanto non si creda, ha spiegato Daniel, solo che nessuno lo racconta perché si vuole coltivare la rassegnazione e la convinzione che non ci sono alternative. A questo punto si è sviluppata un’interessante discussione sul ruolo dell’informazione e dell’educazione. Una serata davvero interessante e stimolante, che è durata assai più del previsto e ha coinvolto profondamente tutti i presenti.

DSCN3703

MARTEDI’ 25 MARZO: QUINTO INCONTRO VOLONTARI BENINI

I ragazzi si muovono in modo sempre più autonomo: ora si dividono i compiti e in un’ora riescono a concludere il lavoro di governo (stalla, lettiera, fieno, acqua, mangime a Canapicchia e a Pablito). Inoltre stanno imparando a curare i piedi di Alissa. Finito il lavoro, hanno portato asine e cavalla nel pratone a brucare e hanno anche cominciato a insegnare a Pablito a seguire sotto mano. Al ritorno hanno riportato gli animali nel recinto e attaccato la batteria. Complimenti a tutti per la dedizione e l’impegno.

DSCN3660

MARTEDI’ 25 MARZO: TERZA LEZIONE CORSO FALEGNAMERIA
I bambini hanno ammirato il tepee allestito nel frutteto sabato scorso, si sono arrampicati sugli alberi e sono andati a salutare le asine e la cavalla nel recinto. In falegnameria, hanno messo le gambe al tavolino (alla fine hanno scelto di sostituire le viti con chiodi lunghi): ed ecco pronto un minitavolo con panchetta per la casa sull’albero! Poi si sono dedicati a finire uno steccato che verrà messo nel frutteto lungo il fosso per evitare che i bambini piccoli ci finiscano dentro. Stanno sviluppando ottime competenze sia nel progettare insieme, sia nel collaborare e dividersi i compiti; sono più autonomi dal punto di vista operativo e entusiasti all’idea di contribuire a creare uno spazio gioco nel frutteto tutto autoprodotto…

DSCN3727

GIOVEDI’ 27 MARZO: PRIMO PERCORSO DEL NIDO LE BOLLE DI SAPONE
Per prima cosa i bambini hanno fatto visita insieme a Sandra alle asine e alla cavalla, che sono venute loro incontro e si sono fatte pazientemente coccolare e pulire, ben contente dei bocconcini di pane secco che i bambini distribuivano. Poi siamo andati a vedere le galline nei loro pollai su ruote, con ampio giardino. E per finire le mucche e i loro vitellini. Anche il cane Oscar ha giocato e corso con i bambini ed è stato molto apprezzato. Dopo la merenda, i bambini hanno costruito dei cestini di cartoncino, paglia e fieno insieme a Loredana.

 

Annunci

Informazioni su Praticare il Futuro

La cooperativa sociale Praticare il futuro nasce nel maggio 2011 per proporre a donne e bambini opportunità per sperimentare forme di economia equa, sostenibile e solidale. Vogliamo aiutare le madri a conciliare meglio l’attività lavorativa e quella familiare, offrendo servizi (doposcuola, campi estivi) da progettare e gestire in modo partecipato. Ma vogliamo anche aiutare i bambini e le bambine a crescere meglio, a contatto con la terra e con il loro territorio, imparando a prendersi cura di piante e animali, a produrre cibo, idee, giocattoli e opere d’arte, ad autogestirsi e a collaborare, a sviluppare un pensiero critico e a responsabilizzarsi verso se stessi, la comunità, il pianeta. E vogliamo aiutare le loro madri e le loro famiglie a creare un’economia di relazione, di scambi solidali di competenze e servizi.

Pubblicato il 28 marzo 2014, in bambini e bambine, cascina bambini, gite, laboratori creativi, laboratori di autocostruzione con tag , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: