LUCCIOLATA SUL SENTIERO DEI GIGANTI 6 giugno 2015

Una ventina di bambini ha partecipato al laboratorio per scoprire le lucciole. Ci siamo trovati alle 20,30: Erminia, esperta di animali selvatici del WWF, ci ha raccontato alcune cose interessanti sulla vita di questi insetti che hanno una lunghissima vita da larve (in cui mangiano le chiocciole), sono indicatori della salute dell’ambiente e emettono una “luce fredda” ad alta efficienza. Poi siamo partiti per la nostra escursione e per prima cosa abbiamo sentito il canto di un usignolo solitario.
Dal sentiero, visto che c’era ancora troppa luce, siamo scesi nel bosco, dove abbiamo cominciato a vedere le lucine intermittenti. Alcuni bambini le hanno messe in vasetti di vetro senza coperchio per poterle osservare meglio.
Man mano che veniva buio le vedevamo sempre meglio, ma purtroppo non vedevamo più le ortiche e qualcuno è stato pizzicato. Siamo arrivati alla radura sul fiume e abbiamo raggiunto la risorgiva, un ambiente umido dove ce n’erano tantissime e dove abbiamo liberato qiuelle che avevamo messo nei vasetti.

Poi siamo tornati sul sentiero e ne abbiamo visto tante anche nel fosso, tutte alla ricerca della compagna con cui accoppiarsi (solo i maschi fanno la luce).

E’ stato davvero emozionante.

Annunci

Informazioni su Praticare il Futuro

La cooperativa sociale Praticare il futuro nasce nel maggio 2011 per proporre a donne e bambini opportunità per sperimentare forme di economia equa, sostenibile e solidale. Vogliamo aiutare le madri a conciliare meglio l’attività lavorativa e quella familiare, offrendo servizi (doposcuola, campi estivi) da progettare e gestire in modo partecipato. Ma vogliamo anche aiutare i bambini e le bambine a crescere meglio, a contatto con la terra e con il loro territorio, imparando a prendersi cura di piante e animali, a produrre cibo, idee, giocattoli e opere d’arte, ad autogestirsi e a collaborare, a sviluppare un pensiero critico e a responsabilizzarsi verso se stessi, la comunità, il pianeta. E vogliamo aiutare le loro madri e le loro famiglie a creare un’economia di relazione, di scambi solidali di competenze e servizi.

Pubblicato il 14 giugno 2015 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: