PERCORSO ORTO ANIMALI SCUOLA ELEMENTARE SAN MAMETE 11 maggio 2015

All’arrivo abbiamo fatto merenda e parlato delle regole, poi una classe è andata a trovare gli animali: le oche, arrivate da poco, che stanno diserbando con impegno il frutteto; i maialini, arrivati giusto stamattina e messi subito al pascolo, che scavavano con il naso con grande impegno; le galline, che hanno gradito pane secco e trifoglio; le mucche, i vitellini e il toro Zorro, che si sono lasciati ammirare da vicino e hanno annusato timidamente le mani dei bambini; la cavalla Canapicchia e le asine Tilla, Alissa, Ermes, Susi e Pablito, che si sono lasciate strigliare e portare in giro, coccolare e nutrire con bocconcini di pane secco. Soprattutto, i bambini hanno cominciato a capire l’importanza della conservazione della biodiversità (per esempio delle varietà antiche di alberi da frutto e della razza delle mucche varzesi, che stava scomparendo) e dell’approccio della permacultura, che rispetta la terra e gli esseri viventi e fa vivere bene gli animali: pochi individui in tanto spazio, che hanno modo di vivere secondo la loro natura e le oro esigenze anhe sociali e al tempo stesso diserbano e concimano i campi per noi, permettendoci di evitare l’uso di diserbanti, antiparassitari e concimi chimici.

Nell’orto didattico l’altra classe si è divisa in due gruppi, una parte ha costruito una rete annodando corde, che è stata legata a due pali di bamboo e piantata vicino alle piante di pomodoro per sorreggerle quando crescono, mentre l’altra parte ha diserbato alcune prode già seminate con piselli, altre vuote preparandole alla semina, ha sparso cippato lungo i sentieri che dividono le prode per non fare crescere erbe indesiderate, e pacciamato con paglia alcune piante che stanno crescendo.

Poi le classi si sono scambiate: chi aveva fatto il giro dell’orto ha lavorato nel frutteto e viceversa.

Dopo il pranzo i bambini si sono scatenati nell’area giochi del frutteto, gustandosi le arrampicate sugli alberi, il ponte di corde, le altalene costruite dai bambini e l’avventura del boschetto di canne…

Annunci

Informazioni su Praticare il Futuro

La cooperativa sociale Praticare il futuro nasce nel maggio 2011 per proporre a donne e bambini opportunità per sperimentare forme di economia equa, sostenibile e solidale. Vogliamo aiutare le madri a conciliare meglio l’attività lavorativa e quella familiare, offrendo servizi (doposcuola, campi estivi) da progettare e gestire in modo partecipato. Ma vogliamo anche aiutare i bambini e le bambine a crescere meglio, a contatto con la terra e con il loro territorio, imparando a prendersi cura di piante e animali, a produrre cibo, idee, giocattoli e opere d’arte, ad autogestirsi e a collaborare, a sviluppare un pensiero critico e a responsabilizzarsi verso se stessi, la comunità, il pianeta. E vogliamo aiutare le loro madri e le loro famiglie a creare un’economia di relazione, di scambi solidali di competenze e servizi.

Pubblicato il 14 giugno 2015 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: