FESTA DELLA BEFANA – 6 GENNAIO 2016

Stamattina quando siamo arrivate in Cascina abbiamo avuto una bella sorpresa: è nato il figlio di Ermelinda, detta Hermes, un maschietto!
E’ molto piccolino e deve ancora imparare a camminare bene, e la sua mamma non lo lasciava un attimo. Li abbiamo lasciati in stalla e abbiamo portato al pascolo le altre asine e la cavalla, che però sono tornate indietro al galoppo perché non volevano essere separate dalla neomamma… Insomma, è stata una mattinata laboriosa.

Nel pomeriggio abbiamo fatto i laboratori della Befana. Per prima cosa siamo andati a raccogliere paglia e rametti in fienile e nell’area dove viene raccolta la legna destinata al riscaldamento. Poi abbiamo fatto visita al neonato e alla mamma. Abbiamo anche realizzato un paio di cartelli con i pennarelli per battezzare ufficialmente Elianto, il figlio di Susi (il nome è stato scelto dai bambini del campo natalizio). Gli abbiamo messo il cartello al collo per la foto ufficiale, ma non ha gradito molto e se n’è scappato in giro per il pascolo facendo il matto. Abbiamo coccolato asine e cavalla con pane secco e carezze e le abbiamo strigliate. Poi siamo tornati in salone e abbiamo realizzato le Befane con rametti e paglia (per le scope), plastilina, cotone e stoffa di recupero. Sono venute molto bene! Infine abbiamo sgusciato le arachidi e preparato il croccante, che è stato offerto prima di tutto alle mamme, poi ai papà, poi alle bambine e infine ai bambini. Ognuno si è portato a casa la sua Befana in miniatura e il suo pezzo di croccante. Buon inizio d’anno a tutte e tutti!

DSCN0615

Annunci

Informazioni su Praticare il Futuro

La cooperativa sociale Praticare il futuro nasce nel maggio 2011 per proporre a donne e bambini opportunità per sperimentare forme di economia equa, sostenibile e solidale. Vogliamo aiutare le madri a conciliare meglio l’attività lavorativa e quella familiare, offrendo servizi (doposcuola, campi estivi) da progettare e gestire in modo partecipato. Ma vogliamo anche aiutare i bambini e le bambine a crescere meglio, a contatto con la terra e con il loro territorio, imparando a prendersi cura di piante e animali, a produrre cibo, idee, giocattoli e opere d’arte, ad autogestirsi e a collaborare, a sviluppare un pensiero critico e a responsabilizzarsi verso se stessi, la comunità, il pianeta. E vogliamo aiutare le loro madri e le loro famiglie a creare un’economia di relazione, di scambi solidali di competenze e servizi.

Pubblicato il 7 gennaio 2016 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: