10-14 luglio

L'immagine può contenere: 5 persone, persone che sorridono, persone sedute, persone che mangiano, bambino, albero, tabella e spazio all'aperto

#campiestivipif2017

Quest’anno la Cooperativa ha deciso di dedicare una settimana agli adolescenti: per la prima volta è stato fatto un gruppo con solo 5 adolescenti assegnando loro una educatrice con l’obiettivo che il gruppetto avrebbe vivesse indipendentemente dai ragazzi più piccoli dei campi estivi.

La settimana è andata così, come descritto dagli stessi adolescenti:

“una settimana intensa e molto piacevole perchè abbiamo fatto attività molto diverse tra loro, impegnative ma divertenti. Io ero molto emozionata e dubbiosa, solitamente non mi trovo molto bene coi ragazzi della mia età, anche a partire dal linguaggio che usano…., pensavo che non sarebbe andato tutto bene, ma mi sbagliavo, è stata una settimana stupenda, ho potuto essere me stessa, finalmente qualcuno che apprezza la vera persona che siamo!

Il pranzo: avevamo deciso che vi avremmo partecipato tutte insieme, lavorando quindi anche coi ragazzi dei campi estivi; una attività che reputo la più divertente, anche se ci ha visto impegnate a fare calcoli sulle quantità e varietà di cibo da preparare.

Lunedì 11 mattina, con Loredana, dopo le presentazioni, si doveva decidere “come si decideva, col metodo del consenso, è stata la scoperta! Cosi abbiamo deciso tutti insieme l’organizzazione della settimana, di ogni giornata e il lavoro in cucina pomeriggio, con Erminia, ci ha visti impegnati nell’assemblaggio di nidi per uccelli e pipistrelli, e conosciuto alcune loro abitudini, molto istruttivo. Verso le 22 abbiamo fatto una passeggiata nel bosco e, fortunatamente, abbiamo visto le Lucciole, Fantastico!! *Guardando con occhi nuovi cielo e natura, mi fa passare le fobie, mi fa trovare la forza di affrontarle!

Martedi 12 mattina, una giornata che ha messo in gioco il mio carattere: cavalcare Pippi, la cavalla di Sandra, prendersi cura di lei, condurla con la lunghina standole davanti, cosa che reputavo pericolosissima perchè non puoi controllare il cavallo. Arrivati al suo recinto delimitato dal filo elettrificato, non sono riuscita a evitare che Pippi prendesse la scossa, per cui lei si è impennata ed io mi sono sentita a disagio, anche per la figuraccia davanti agli altri. Solo l’allegria dei miei nuovi amici mi ha risvegliato il sorriso pomeriggio, con Roberta, il costruire le capezze per gli asini mi ha impegnato molto per la difficoltà dei nodi da fare, oltre che mettere a dura prova la pazienza, ma ho imparato un’altra cosa

Mercoledi 13 comincio ad essere molto ben ambientata….oggi è stata una giornata molto bella, mi è piaciuto tantissimo sia parlare della sovranità alimentare argomentato da Sandra, sia pensare, progettare e realizzare giochi per tutti i bambini, da disegnare sull’aia

Giovedi 14 – mattina, con Loredana, dovevamo inventare e gestire in gruppo una caccia al tesoro per i bambini dai 4 ai 7 anni dei campi estivi, e portare a conclusione i giochi “mondi, campane, tris, dama, battaglia navale, …” dipinti nell’aia, sotto un solo luminosissimo e calsissimo, ma per fortuna con una bella aria fresca, grazie al temporalone della notte; tutto dava una bella sensazione, *grazie anche all’aver lavorato molto bene tutti insieme! Nessun pettegolezzo, nessuna offesa….* – nel pomeriggio con Sandra abbiamo inscenato giochi di ruolo e visto un documentario su un argomento ……………. che ci ha fatto molto riflettere. Non nego che a volte mi annoiavo

Venerdì 15 mattina, oggi vediamo se funziona la nostra caccia al tesoro! Un fiasco! Poi, preparata la pizza, siamo andati insieme ai bambini dei campi estivi, nel frutteto a fare il pic-nic – nel pomeriggio, abbiamo rilevato gli errori presenti nella caccia al tesoro e rimediato in modo che possa essere giocata le prossime settimane; per verificare se andava bene abbiamo “giocato noi”, Funziona!!!! Poi siamo stati invitati a fare un bilancio della settimana e quanto leggete è parte dei nostri report; come abbiamo anche “apprezzato o meno” le qualità dei nostri nuovi amici raccontando piccoli episodi rilevati in questa settimana, con una regola: il destinatario dell’apprezzamento o del racconto dell’azione che ha innestato poco piacere nell’altro, non doveva replicare, ma accolgiere a suo piacere quanto veniva detto dai compagni.

In sintesi: un’esperienza molto utile e bella perchè ci ha insegnato a crescere insieme, ad essere responsabili e collaborativi, a pensare ai bambini senza sottovalutarli: stando con loro, pensando a come coinvolgerli nella caccia al tesoro, cucinando con loro e per tutti, noi grandi abbiamo imparato molto da loro. Non siamo stati trattati da bambini e il nostro lavoro era veramente utile e concreto! Ringrazio tutti, poichè hanno capito chi siamo, anche se sono passati solo pochi giorni, non me lo aspettavo, (voi educatrici) siete persone speciali!! una settimana dove sento di essere cresciuta, maturata e più consapevole; mi piacerebbe ripetere questa esperienza!!”

Anche per noi (educatrici) è stato molto importante lavorare con voi !! Grazie ragazzi, all’anno prossimo. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: