Archivi categoria: gite

GITE IN CASCINA

Gita nido 24 settembre 2016

Questa mattina sono venuti a trovarci in Cascina i bambini di un nido che aveva dovuto rinunciare a maggio per un’epidemia di varicella, con i genitori e qualche fratellino o sorellina più grande. Abbiamo cominciato con una presentazione della cooperativa e una breve merenda in frutteto, poi tutti in marcia a scoprire gli animali della Cascina: gli asini e la cavalla Canapichia, che ci hanno accolti con un coro dir agli: finiti i campi estivi, sentono la mancanza delle coccole dei bambini e ci hanno accolti con fin troppo entusiasmo! Dopo la prima esitazione, molti bambini si sono lanciati a carezzare, strigliare e distribuire pezzetti di mella. Anche i maialini e le loro corse (chi l’avrebbe detto che i maiali sono così veloci?) sono stati molto ammirati. Poi siamo andati a trovare le galline, e Sandra ha raccontato alcune cose interessanti sulle loro abitudini sociali, e le mucche con le loro lunghe corna. La gita si è conclusa con un piacevole picnic in frutteto e, naturalmente, lo scatenamento finale nell’area giochi

Annunci

Venerdì 9 settembre 2016 Gita dei bambini del Campo estivo Franco Parenti

Siamo un bel gruppo stamattina e scendiamo dal nostro pullman che ci ha portato in cascina, un po’ assonnati ma curiosi di scoprire come sarà e cosa faremo. Giuliana e Giulia ci accolgono sotto un grande porticato e seduti in cerchio ci salutano iniziando a raccontarci dove siamo. Scopriamo che *Cascina Santa Brera*si trova in un parco speciale, Il Parco Agricolo Sud Milano, cioè un parco dove si ‘protegge chi coltiva. Come avviene a Cascina Santa Brera, azienda biologica che, con metodi naturali, coltiva ortaggi e alleva diversi animali: mucche, galline e maiali. E poco dopo ci organizziamo per visitarla. Divisi in due gruppi, grandi e piccoli, iniziamo il giro soffermandoci prima sull’orto didattico della _*Scuola in Fattoria*_, poi scoprendo il grande orto dell’azienda agricola, dove ci viene spiegato che con la paglia si fa la pacciamatura, che l’irrigazione può essere a goccia, gli usi che si possono fare di una serra e quali ortaggi sono in questa stagione nel campo. Ci raccontano che i lombrichi sono amici della terra e che qui sono allevati per poi essere lasciati nel campo. Scavando ossigenano la terra e con le loro feci l’arricchiscono. Passiamo anche per un posto speciale, il frutteto, dove incontriamo meli, peri, ciliegi e more. In lontananza vediamo anche le casette delle api. Il frutteto è circondato da alberi e collegato al fosso e al bosco vicino. É importante che ci sia questa barriera verde, grazie alla quale ci sono tanti animali e volatili, tanti insetti e meno inquinamento.

Ora andiamo alla scoperta degli animali della fattoria, incontriamo le galline e le loro casette su ruote, fatte apposta per poterle spostare: infatti le galline qui aiutano a diserbare e nutrire i campi, mangiandosi le erbe spontanee e producendo concime naturale. In cambio vivono in piccole famiglie, in compagnia del gallo e sono nutrite e rispettate. É

Alla fine di un bel sentiero, tra rovi e acacie, scorgiamo le mucche e poi incontriamo la cavalla Pippi e i sei asini che la cooperativa**_*Praticare il Futuro*_**alleva per far conoscere ai bambini l’affascinante mondo degli equini. Li accareziamo, li osserviamo e proviamo a spazzorlarli. Abbiamo anche la possibilità di provare a condurli mettendo loro la capezza e la lunghina.

Tornati dal pascolo facciamo un bel picnic tutti insieme e dopo un po’ di gioco libero nell’aia della cascina, giochiamo al laboratorio di semi. Giulia e Giuliana ci mostrano una scatola piena di barattoli contenti semi e ci invitano a indovinarne il nome: mais, riso, farro, piselli, lenticchie. Alcuni li indoviniamo subito, altri proprio non li conosciamo, come il miglio. Poi con altri semi, un vasetto, la terra e l’acqua scopriamo come prenderci cura dei semini che in questo periodo possono essere piantati: basilico, insalata, ravanelli, spinaci e cipolle. Ognuno di noi, dopo aver toccato, guardato, annusato i semi sceglie quale interrare nel vasetto che porterà a casa.

É stata una giornata intensa che ci ha permesso di vivere insieme ai compagni e agli educatori una dimensione ricca di stimoli e sensazioni.
 

La Cometa in Cascina – 7 Luglio

Gita dei bambini dell’Associzione Cometa – 7 Luglio
Appena arrivati, ci siamo lavati le mani e messi i grembiulini e le cuffiette e abbiamo preparato chi la pizza per il picnic nel bosco e chi i biscotti per la merenda. Eravamo in tanti, tutti della scuola dell’infanzia, e abbiamo messo le /mani in pasta/ con molto piacere.

Pizze, acqua e frutta sono state caricate sull’auto, mentre noi ci siamo incamminati verso la meta: il bosco, dove avremmo costruito giochi con rami e cordini del fieno.
Dopo aver mangiato, eravamo liberi di giocare coi legni, esplorare il bosco, trovare le tane….
Con le educatrici Irene e Loredana, che hanno tirato due corde, una in basso e una più in alto, abbiamo iniziato a costruire la nostra tana, raccogliere rami lunghi, infilarli dall’alto dentro le due corde per farli stare in piedi. Eravamo proprio indaffarati e contenti di veder crescere le pareti della nostra casetta.

Intanto con altre corde venivano costruite un’altalena classica e una dove si poteva salire solo con un piede. Via via noi bambini ci orientavamo verso le cose che ci attiravano.

Intanto le pareti della tana sono state terminate, altre corde per reggere il tetto, altri rami per ricoprirlo. E una volta finita, ci siamo seduti nella nostra casetta ad ascoltare le fiabe, “I tre porcellini” e “Cappuccetto rosso”.

Presto è arrivata l’ora della merenda e poi quella del ritorno in cascina.

I commenti a voce alta di alcuni bambini: “Proprio bella questa giornata!”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: