Archivi Blog

DIARIO SETTIMANA 24-28 GIUGNO

 

DSCN1144

LUNEDI’

Per prima cosa abbiamo fatto l’assemblea per decidere le regole comuni, i turni di cucina, i/le responsabili (cioè i bambini che daranno l’acqua al cane, alla cavalla, agli asini e all’orto), i turni di cucina e le cose che vogliamo fare questa settimana. Poi abbiamo fatto il giro della Cascina e in seguito ci siamo divisi in tre gruppi: uno ha fatto falegnameria, un altro ha lavorato in uno dei due orti didattici (abbiamo diserbato, concimato, pacciamato e seminato i fagioli) e un altro gruppo ha cucinato. Dopo pranzo abbiamo fatto il burro e poi siamo andati con la cavalla Canapicchia fino alla radura sul fiume, dove abbiamo osservato gli uccelli, raccolto le ortiche per la frittata e ricostruito un’altalena che si era rotta, e anche giocato con un ramo trasformandolo in asse di equilibrio. Dopo la merenda un gruppo ha fatto il giro degli animali e un altro ha osservato gli uccelli con il cannocchiale di Erminia.

 DSCN1172

MARTEDI’

Quando sono arrivati i responsabili hanno assolto i loro impegni, poi abbiamo pulito le asinelle e  abbiamo portato a fare una passeggiata  Alissa e il suo puledro Pablito insieme a Canapicchia. Abbiamo fatto l’assemblea nel bosco e ha partecipato anche Canapicchia, che era molto più interessata a noi che all’erba del prato! Poi il gruppo del turno di cucina è tornato in Cascina e gli altri hanno finito di ricostruire l’altalena, hanno cominciato a ricostruire la casetta di legno, qualcuno ha provato a fabbricarsi un arco, altri ancora hanno raccolto le ortiche e altri hanno osservato le libellule e altri insetti acquatici con Erminia. Al ritorno in Cascina, un gruppo ha fatto falegnameria, un altro ha lavorato nell’orto e un altro ancora è andato a raccogliere la camomilla. Dopo pranzo abbiamo finito il lavoro in falegnameria, poi abbiamo fatto il detersivo e il dentifricio e dopo la merenda abbiamo giocato.

 DSCN1187

MERCOLEDI’

Al mattino abbiamo fatto l’assemblea, poi una passeggiata verso la Cascina Cappuccina per raccogliere la malva. Al ritorno un gruppo ha cominciato il lavoro in falegnameria con Loredana, un altro ha giocato con l’argilla e l’acqua, un altro gruppo ha lavorato la creta. Nel pomeriggio siamo andati avanti con queste attività e abbiamo anche giocato a “la rete della permacultura”, che ci ha insegnato come tutti gli esseri viventi sono collegati e i rischi legati al fatto di continuare a cementificare e asfaltare il territorio, e al gioco dell’impronta ecologica nel frutteto, che serve a capire che ognuno di noi ha bisogno della terra per sostenere i propri consumi e assorbire i propri rifiuti, ma ci sono popoli e persone che la sfruttano troppo (e altre invece hanno un’impronta ecologica piccolissima), quindi dobbiamo imparare a ridurre e riequilibrare i nostri consumi e a produrre meno rifiuti. Alcuni bambini, dopo la merenda, hanno imparato a ricamare con Loredana, mentre altri hanno fatto il giro degli animali e raccolto le uova.

 DSCN1182

GIOVEDI’

Al mattino abbiamo fatto l’assemblea e poi siamo andati con Canapicchia alla radura sul fiume (i bambini che avevano curato la cavalla hanno potuto cavalcarla) e lì abbiamo iniziato con Erminia il laboratorio sull’acqua: abbiamo raccolto campioni di acqua del fiume e in una scheda ne abbiamo descritto le caratteristiche (colore, odore, trasparenza), poi abbiamo osservato la presenza di animali, piante, rifiuti nel fiume e sulle sponde e abbiamo valutato il grado di inquinamento. Siamo anche andati a vedere la risorgiva e abbiamo cercato di capire perché l’acqua della falda all’improvviso sbuca dal terreno, mentre i bambini che non partecipavano hanno raccolto le ortiche e sono andati avanti nella ricostruzione della casetta. Al ritorno alcuni hanno fatto falegnameria, altri hanno costruito dei giocattoli con i tappi di sughero e e altri ancora hanno osservato al microscopio pezzetti di foglie, di ali di insetti, di penne di uccelli ecc. che avevano raccolto. Nel pomeriggio abbiamo proseguito il laboratorio con  Erminia, esaminando vari tipi di terreno (per esempio ghiaia, sabbia, limo, argilla ecc.) e abbiamo capito che le risorgive si formano quando l’acqua della falda incontra del terreno impermeabile e risale in superficie attraverso tipi di terreno permeabili. Abbiamo anche parlato dei gerridi, gli insetti che “pattinano” sull’acqua, e fatto degli esperimenti sulla tensione superficiale dell’acqua. Abbiamo anche parlato degli animali che vivono sul fiume, nei fossati e negli stagni, Infine abbiamo guardato un documentario sul fiume Lambro e l’inquinamento da plastica realizzato dai ragazzi del doposcuola della Cascina Santa Brera. Abbiamo anche discusso di come potremmo, cambiando alcuni nostri comportamenti, diminuire l’inquinamento dell’acqua. Dopo abbiamo fatto merenda (dentro il locale, perché è venuto un forte temporale) e poi letto una fiaba di Cenerentola (ma del Tibet) e giocato al gioco dell’orto.

VENERDI’

Per prima cosa abbiamo preparato la pasta per fare il pane e la pizza per il picnic. Poi abbiamo fatto la caccia al tesoro, che è durata quasi due ore! Ha vinto la squadra B, caposquadra Edoardo, che ha deciso di condividere il tesoro (due vasetti di crema alle nocciole del commercio equo e solidale) con le altre due squadre (che hanno comunque portato a termine la prova), tenendo un vasetto per sé e regalando l’altro alle altre due. Poi un gruppo ha lavorato in falegnameria e l’altro ha finito il lavoro con i tappi di sughero, mentre chi era di turno in cucina preparava la pizza. Abbiamo fatto il  picnic nel frutteto e poi l’assemblea finale, dove abbiamo parlato di vari fatti successi durante la settimana e ogni bambina/o ha potuto dire cosa le/gli era piaciuto (o non gli/le era piaciuto) del campo, cosa aveva imparato e come pensava di poter cambiare il proprio stile di vita per avere più cura degli altri esseri viventi e dell’ambiente. Si è parlato soprattutto dell’acqua, di come non sprecarla e inquinarla il meno possibile, e qualcuno/a ha detto che in futuro farà meno docce (genitori, siete avvertiti!). Abbiamo poi fatto un’escursione nel bosco con Canapicchia, Tilla e Susi per raccogliere i rifiuti di plastica abbandonati lungo le rive del Lambro, che sono stati caricati su Tilla e portati in Cascina. Infine abbiamo fatto il formaggio, che alcuni bambini hanno portato a casa. Un’ottima merenda con latte, pane fatto dai bambini, crema alle nocciole ha concluso il campo estivo.

DIARIO DELLA SETTIMANA DAL 10 AL 14 GIUGNO

DSCN0853
LUNEDI’
Nella prima assemblea bambine e bambini si sono presentati, hanno discusso le regole di convivenza, si sono divisi la responsabilità di dare l’acqua ai cani, alla cavalla, alle asine e all’orto, hanno stabilito i turni di cucina e proposto che cosa fare durante la settimana, Abbiamo fatto un giro della cascina, poi un gruppo ha sgranato i piselli, un altro ha preparato il pranzo e un terzo ha fatto il pane per la giornata. Nel pomeriggio gioco libero, una passeggiata alla radura con le asine e la cavalla (che a un certo punto  sono scappate, e recuperarle è stato un bel match) e dopo la merenda un gruppo ha fatto falegnameria e un altro ha lavorato nell’orto didattico.
MARTEDI’
Dopo l’assemblea per valutare le cose successe il giorno prima e decidere cosa fare il giorno stesso, un gruppo ha diserbato, concimato e preparato le prode nell’orto e un altro ha lavorato in falegnameria, poi abbiamo raccolto le more di gelso e le ciliegie mentre il turno di cucina preparava il pranzo. Dopo pranzo c’è stato un laboratorio cn Erminia sulle tracce delgi animali, seguito da un’escursione nel bosco per cercare tane, cacche ecc. Al ritorno un gruppo ha lavoratoin falegnameria e un altro ha fatto il giro degli animali per raccogliere le uova.
MERCOLEDI’
Al mattino i bambini hanno deciso di preparare le lasagne, quindi un gruppo ha lavorato tutta la mattina per cucinarle e alcuni hanno anche raccolto le verdure nell’orto, mentre altri lavoravano in falegnameria e altri ancora raccoglievano le more e le ciliegie arrampicandosi sugli alberi, poi abbiamo fatto l gioco dell’impronta ecologica. Le lasagne sono venute buonissime! Nel pomeriggio abbiamo fatto una passeggiata con Canapicchia (la cavalla), Alissa (una delle asine) e il suo puledro, Pablito, che usciva per la seconda volta nella sua vita. Siamo andati fino al pratone e abbiamo giocato ed esplorato i dintorni.
GIOVEDI’
Dopo l’assemblea abbiamo fatto il pane, lavorato nell’orto e in falegnameria, poi abbiamo approfondito il tema della scarsità delle risorse naturali e della loro distribuzione ingiusta con   “arraffa” e guardando un documentario. Dopo pranzo chi aveva curato Canapicchia l’ha cavalcata durante la passeggiata, al ritorno abbiamo fatto merenda e dopo abbiamo fatto il burro ballando.
VENERDI’
Abbiamo preparato la pasta della pizza e chi voleva ha fatto l’unguento di cera e olio, poi abbiamo lavorato nell’orto e in falegnameria e dopo fatto la caccia al tesoro. Ha vinto la squara “Zerozerosette”che si è conquistata due vasetti di crema alle nocciole del commercio equo. Poi abbiamo fatto il picnic nel frutteto e l’assemblea finale di valutazione, e infine una passeggiata con la cavalla (Vittorio, Francesca e Aronne hanno cavalcato Canapicchia). Dopo la merenda un gruppo è andato a raccogliere le uova e un altro ha imparato a fare il dentifricio.
DSCN0923

APERTE LE ISCRIZIONI AL CAMPO DI PASQUA ED AI CAMPI ESTIVI

 
100_173228 e 29 marzo, 1, 2 e 3 aprile: CAMPO DI PASQUA
Insieme si decidono le regole e le attività. Si curano l’orto e gli animali, si fanno laboratori creativi, si lavora in falegnameria, si fa il pane, si fanno passeggiate con gli asini e la cavalla, si gioca nella natura, si raccolgono le uova, si fanno giochi e si raccontano storie di altri paesi del mondo, si fanno giochi e attività per imparare a vivere bene insieme e in modo più equo ed ecologico.
Per bambini da 4 a 13 anni. Orario: ingresso ore 8-9,30, uscita ore 17,30-19. Un’educatrice ogni 7 bambini/e. Pranzo e merenda bio con prodotti della fattoria. Prezzo: 32 euro a giornata.
Per info e prenotazioni: Sandra Cangemi, 3357745510, sandra.cangemi@yahoo.it
100_2364GIUGNO-LUGLIO-SETTEMBRE: CAMPI ESTIVI
Insieme decideremo le regole e le attività, cucineremo e riordineremo, lavoreremo nell’orto didattico, ci prenderemo cura degli animali, raccoglieremo la frutta, prepareremo il pane, il burro, il formaggio e la marmellata, impareremo a farci da soli il dado e il detersivo dei piatti, il dentifricio e l’unguento di cera e olio. Andremo a prendere le uova e faremo passeggiate con gli asini e la cavalla. Giocheremo nel frutteto, nel bosco e nel fiume; osserveremo la natura, metteremo animaletti nel terrario per osservarli e poi liberarli, faremo esperimenti scientifici, cacce al tesoro, scopriremo giochi e storie di altri paesi, costruiremo giocattoli e altri oggetti con materiali di riciclo, lavoreremo in falegnameria, realizzeremo progetti per la cascina. Attraverso la pratica quotidiana, giochi di ruolo e di simulazione, ricerche e confronti capiremo come conoscere meglio noi stessi, collaborare, gestire i conflitti, prenderci cura e diventare responsabili del nostro territorio e della nostra comunità, del pianeta e degli altri esseri viventi, come rendere più leggera la nostra impronta ecologica e come vivere insieme in modo più solidale e sostenibile.
Per bambini da 4 a 13 anni. Orario: ingresso ore 8-9,30, uscita ore 17,30-19. Un’educatrice ogni 7 bambini/e (si accettano al massimo 21 bambini per turno). Pasti bio con prodotti della fattoria. Prezzo: 160 euro a settimana (270 per la formula residenziale) dal lunedì al venerdì.
Per info e prenotazioni: Sandra Cangemi, 3357745510, sandra.cangemi@yahoo.it
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: