Archivi Blog

DOMENICA 2 NOVEMBRE: LABORATORIO NIDI E TANE

DSCN4796

Per prima cosa Erminia ha fatto un’introduzione sugli uccelli selvatici, raccontando ai bambini come vivono, cosa mangiano, le loro abitudini ed esigenze e mostrando loro delle foto di varie razze di uccelli che vivono nella zona del Lambro.

DSCN4798

Poi ha fatto osservare ai bambini delle cassette nido di legno per uccelli e pipistrelli e altre per uccelli in cemento e argilla. In seguito i bambini hanno costruito in falegnameria una cassetta nido per cinciarelle e cinciallegre e l’hanno collocata in alto, sulla fontana nell’aia. Per finire hanno fatto una passeggiata per vedere i nidi degli uccelli e le tane di conigli e lepri e hanno osservato con il binocolo i cormorani appollaiati sugli alberi lungo il Lambro, pronti a pescare i pesci di cui si nutrono.

DSCN4801

Annunci

L’ APPELLO DI IRENE PER FAR NASCERE IL NIDO AUTOGESTITO

Cercansi mamme/papà per nido autogestito

Prima di parlarvi della mia proposta, mi presento e vi racconto in breve le mie motivazioni.

Sono Irene, mamma di Selene, due anni e quattro mesi, e Giulio, 6 mesi.

Mi sono appena laureata e non ho un lavoro, sono dunque mamma a tempo pieno. Sento il bisogno di partecipare attivamente all’educazione dei miei bimbi, ma allo stesso tempo mi piacerebbe avere del tempo per me, sia per lavorare che per coltivare i miei interessi. Inoltre vorrei iniziare a far socializzare i miei bimbi, almeno la più grandicella, con altri bambini.

Viviamo in Cascina Santa Brera, in un ambiente che ha davvero molto da offrire per un’educazione sostenibile, all’aria aperta, a contatto con la terra, dove:

– emozionarsi magari nascondendosi in un boschetto, vivendo le proprie storie anche con gli altri, imparando cosi a regolare ansie e paure;

– sperimentare/sperimentarsi nel ritmo lento della quotidianita’, nelle sue pratiche conviviali, utili a costruire schemi mentali complessi ma ben organizzati grazie alla concentrazione nel “fare”, magari il pane;

– incantarsi davanti a un bruco o alla nascita delle piantine seminate nell orto, …insomma un luogo naturale dove i bambini esercitano “naturalmente”i propri talenti, ossia imparano!

Non vorrei mandare i miei bimbi ad un nido tradizionale costrettp in uno spazio bello ma chiuso, perché vorrei sfruttare le opportunità offerte dalla cascina e passare del tempo in modo costruttivo imparando con loro, osservandoli, cercando di capire come e cosa stanno imparando, cosa rivelano nel loro pensiero “in azione”e questo con l’aiuto delle esperte della coop praticare il futuro. Ma anche per ovviare ai costi elevati del nido.

Cerco quindi poche mamme/papà nella zona di San Giuliano che hanno i miei stessi desideri per decidere insieme come avviare questa “opportunita nido-genitoriale autogestito”.

La cooperativa sociale “Praticare il Futuro” ci presterebbe lo spazio in cascina e supporterebbe l’offerta formativa (con modalità da concordare), mettendo a disposizione l’esperienza sviluppata con i progetti educativi in cascina, con attività di mediazione tra i bambini e un ambiente (animali, orto, bosco ecc.) ricco di stimoli e possibilità di sperimentare. Io metterei a disposizione la mia casa, sempre in cascina. Noi genitori metteremmo a disposizione un po’ del nostro tempo, le ns competenze e la nostra energia, per prenderci cura, a turno, dei bimbi di tutti, in modo da crescere tutti insieme. Inizialmente il tempo richiesto sarà maggiore, perché dovremo conoscerci (noi e i bimbi), conoscere lo spazio ed imparare a fidarci gli uni degli altri.

L’obiettivo e’ far funzionare la nostra “opportunità nido” a tempo pieno, dove ogni genitore si dedichi a turno ai bimbi qualche giorno alla settimana (facendo in modo che siano presenti sempre due madri/padri). Credo si potrebbe cominciare con poche ore la mattina, eventualmente con pasto al sacco per tutti, bimbi e genitori

La proposta sarebbe comunque da costruire insieme proprio perché è una opportunità, secondo le necessità di ciascuno/a, a partire dalle caratteristiche dei nostri bimbi.

Se riusciamo a metterci insieme, potremmo offrire ai nostri figli un’educazione esperienziale di qualità, a prezzi contenuti (il nostro tempo e un contributo per la cooperativa sociale Praticare il futuro) e con la nostra partecipazione attiva nel voler crescere con loro, evitando di delegare sempre ad altri.

Se siete interessati, contattatemi!

Io proporrei di incontrarci venerdì 17 gennaio verso le 17 in Cascina Santa Brera, davanti a un tè e una fetta di torta, per conoscerci e cominciare a discutere della proposta.

Se siete interessati, contattatemi!

E-mail: irencarrara@gmail.com

tel: 327 6253239

ECCO COSA ABBIAMO FATTO TRA IL 15 ED IL 21 GIUGNO:

SABATO 15 GIUGNO 2013: GITA DI FAMIGLIE DEL CRAL DI BANCA INTESA

DSCN0963

Mentre i bambini facevano il giro della fattoria e la passeggiata al pratone con asine e cavalla, i genitori hanno lavorato con Loredana nel laboratorio di panificazione, preparando pane con pasta madre, panfocaccia e pane con erbe selvatiche (ortica, farinello, germogli di luppolo) che hanno raccolto subito dopo pranzo. I bambini con alcuni genitori si sono anche divertiti a realizzare l’orto verticale con le bottiglie di plastica e a trapiantare pomodori e peperoni.

SABATO E DOMENICA

DSCN0957

Continuano le gite di fine anno di scuole di tutti i gradi. Sabato è stata la volta di due ultime classi di materna, che hanno fatto il giro della fattoria con Giuliana e Elena; domenica di un nido familiare. Genitori e bambini hanno coccolato asine, cavalla, maiali e galline e poi osservato i semi e seminato ortaggi nei vasetti.

DIARIO SETTIMANA 17-21 giugno

LUNEDI’

Abbiamo fatto una lunga assemblea per presentarci, decidere le regole, i turni di cucina, i responsabili dell’acqua della cavalla, delle asine, del cane e dell’orto e le cose che ci sarebbe piaciuto fare. Poi abbiamo fatto un giro della cascina e dopo ci siamo divisi in tre gruppi: uno ha fatto il pane, un altro ha ricostruito il recinto che Canapicchia (la cavalla) aveva rotto e un altro ha raccolto more e ciliegie in frutteto.

Dopo il pranzo abbiamo fatto il gioco della rete della permacultura, poi una passeggiata al pratone con Canapicchia, dove abbiamo giocato a “ghiacciolo e gelato sciolto”, un gioco cinese tipo “mago ghiaccio”, e raccolto le ortiche. Dopo la merenda un gruppo ha lavorato in falegnameria, un altro nell’orto e un terzo ha fatto il giro animali.

DSCN0990

MARTEDI’

Abbiamo fatto l’assemblea per parlare di ieri e decidere cosa fare oggi, poi ci siamo divisi in tre gruppi: uno ha ripristinato il sentierino di sassi che alcuni bambini venuti a mangiare la pizza avevano distrutto, un altro ha lavorato in falegnameria e un terzo ha lavorato nell’orto. Poi siamo andati tutti nl frutteto a raccogliere ciliegie (poche), amarene e more di gelso per la marmellata. Nel pomeriggio alcuni hanno preparato la frutta per la marmellata, altri hanno giocato a “rosso e nero” e lavorato sui punti di vista” con i disegni doppi e la storia di Papalagi, altri ancora hanno fatto la battaglia con le bottiglie di acqua. Poi abbiamo fatto una passeggiata con la cavalla fino al pratone, dove abbiamo giocato a “asini e cavalieri” (un gioco marocchino) e poi alcuni hanno cercato legnetti e altri hanno risposto agli indovinelli sulla cavalla.

MERCOLEDI’

Al mattino, dopo il solito lavoro dei responsabili, abbiamo preso le asine Tilla e Susi e Canapicchia e siamo andati al pratone sul fiume, dove abbiamo fatto l’assemblea parlando di vari conflitti che sono successi e di come si potrebbero affrontare. In Cascina abbiamo lavorato in falegnameria, nell’orto e abbiamo fatto il giro degli animali. Dopo pranzo abbiamo fatto un lungo e interessante laboratorio sui nidi e poi giocato al gioco dell’impronta ecologica.

GIOVEDI’

Dopo l’assemblea abbiamo fatto una passeggiata con la cavalla e quelli che l’hanno curata hanno cavalcato: Fabio, Francesca, Stefano, Aurora, Aronne, Alessia e Serena. E’ stato molto bello! Dopo abbiamo lavorato nell’orto e in cucina e alcuni sono andati avanti col lavoro di costruzione dei nidi. Nel pomeriggio abbiamo fatto il burro e poi lavorato sul tema dei punti di vista, abbiamo cotto la marmellata e l’abbiamo mangiata con il pane e il burro fatti da noi a merenda. Dopo alcuni hanno fatto il giro degli animali.

DSCN0981

VENERDI’

Stamattina abbiamo preparato la pasta per la pizza, poi abbiamo giocato alla caccia al tesoro e ha vinto la squadra A: hanno trovato due confezioni di crema di nocciole sul primo ciliegio del frutteto. Poi abbiamo finito il lavoro sui popoli indigeni e i punti di vista, con vari giochi (il sasso racconta, il prato visto da…, Bafa Bafa). Dopo ci siamo organizzati per il picnic nel pratone; la pizza e l’acqua li hanno portati le asine Tilla e Alissa e poi c’era anche Canapicchia. Abbiamo mangiato la pizza e pane e formaggio, fatto l’assemblea finale e al ritorno abbiamo fatto merenda, poi alcuni hanno fatto falegnameria e altri hanno lavoratori nell’orto seminando le zucchine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: